bambini, Bivacchi, Blog, Luoghi, Sentieri

Il bivacco di San Paolo in Alpe

Il bivacco ‘San Paolo in Alpe’, recentemente realizzato all’interno di un’antica struttura abitativa, è situato nella parte montana dell’Appennino tosco-romagnolo, più precisamente in provincia di Forlì-Cesena, comune di Santa Sofia.

L’edificio è posto su di un altopiano che si trova alla quota di 1.030 m e ricade interamente all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

L’edificio è suddiviso in due parti, una sempre aperta e disponibile come rifugio provvisorio, l’altra adibita a bivacco gestito a cui è possibile accedere tramite prenotazione.

E’ possibile accedere alla parte chiussa della struttura tramite prenotazione e pagamento di una quota. Gli spazi interni sono suddivisi in tre vani. L’ingresso è situato al piano terra dove si accede ad un disimpegno in cui si trova la legna a disposizione, una panca e un attaccapanni dove è possibile riporre i propri effetti. Da questa stanza, tramite una scala in legno si  accede al piano superiore. Il primo piano è suddiviso in due vani. La prima stanza è adibita a camera. Adiacente ad essa si trova il cuore del bivacco, costituito da un’ampia stanza con camino, tavolo, panche e un ripostiglio per il legname di piccole dimensioni utile all’accensione del camino.

All’interno della struttura sono presenti 8 posti letto di cui 4 in letti in legno e 4 su brande da campo. E’ consiglibile dotarsi di sacchi a pelo e materassini (i letti in legno sono privi di materasso).

I ragazzi che gestiscono il bivacco si preoccupano anche dei rifornimenti di legna. Non raccogliete legna nei dintorni e assolutamente non accendete fuochi all’esterno della struttura. Utilizzate la legna con parsimonia, è un bene prezioso.

Nei pressi del bivacco non si trovano fonti per l’approvvigionamento idrico. Vi consigliamo di portare con voi le scorte necessarie.  

Nel bivacco non sono presenti fonti di luce, per la notte attrezzatevi con candele, lampade o come meglio credete.

Come in ogni bivacco che si rispetti a smaltire i rifiuti è chi li produce, riportate a casa i vostri.

Non sono presenti servizi igienici, abbiate rispetto della struttura, dei suoi dintorni e dell’area in cui vi trovate.

La struttura non è prenotabile per più di una notte, in modo che tutti ne possano usufruire.

Per ulteriori dettagli si rimanda al sito dei ragazzi che gestiscono il bivacco.  Tour de Bosc (http://tourdebosc.it/)

COME ARRIVARE

Seguendo la Statale che da Santa Sofia (FC) sale verso il Passo della Calla si supera Corniolo di circa 2,5km, oppure 8 Km da Campigna se si proviene dalla Toscana; su una curva troviamo un piccolo incrocio segnato da un cartello in legno, poco visibile, indicante Sant’Agostino.

Si imbocca la strada che scende, attraversa il Bidente e inizia a risalire, ora sterrata ma sempre in ottime condizioni di fondo, direi fattibile in tutte le stagioni e con ogni auto.
Dopo 5 km si arriva a una sbarra, dove si parcheggia l’auto. Da qui si prosegue a piedi lungo una comoda strada forestale che prosegue all’interno della faggeta, per giungere infine ai prati aperti dell’Alpe di San Paolo, dove ci accoglie subito il bivacco.
Dal parcheggio sono 40 minuti di comodo cammino, fattibile anche con passeggini e carrozzine.

Distanza totale: 2km
Altitudine massima: 1070 m
Altitudine minima: 1054 m
Totale salita: 16 m
Totale discesa: -14 m

Esistono molti altri itinerari che portano a San Paolo in Alpe, potete leggere quelli che abbiamo descritto noi cliccando QUI

Altri itinerari adatti ai bambini potete trovarli QUI

Scopri gli altri bivacchi della zona cliccando QUI o guardando la mappa

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.